BIOTESTAMENTO

biotestamentoBiotestamento: da oggi è in vigore la Legge n. 219/2017.

Nei prossimi due articoli riassumeremo il cuore della legge: iniziamo dal “consenso informato” e dalle sue applicazioni.

1. "NESSUN TRATTAMENTO sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata, tranne che nei casi espressamente previsti dalla legge". Si valorizza il rapporto tra paziente e medico;

2."OGNI PERSONA HA IL DIRITTO di conoscere le proprie condizioni di salute e di essere informata in modo completo, aggiornato e a lei comprensibile riguardo alla diagnosi, alla prognosi, ai benefici e ai rischi degli accertamenti diagnostici e dei trattamenti sanitari indicati, nonché riguardo alle possibili alternative e alle conseguenze dell'eventuale rifiuto del trattamento sanitario e dell'accertamento diagnostico o della rinuncia ai medesimi". L’interessato può scegliere di non essere informato e può indicare una persona di sua fiducia la quale lo sia in sua vece e possa esprimere il consenso;

3. l’acquisizione del consenso deve essere documentata in forma scritta o attraverso videoregistrazioni e per i disabili mediante i dispositivi che consentano di comunicare, deve essere inserita nella cartella clinica e nel fascicolo sanitario elettronico così come il rifiuto o la rinuncia alle informazione e la designazione di persona diversa dal paziente;

4."OGNI PERSONA CAPACE DI AGIRE HA IL DIRITTO DI RIFIUTARE anche in parte, qualsiasi accertamento diagnostico o trattamento sanitario indicato dal medico per la sua patologia o singoli atti del trattamento stesso" e può revocare, in qualsiasi momento, il consenso in precedenza prestato;

5.se il paziente rinuncia o rifiuta i trattamenti sanitari necessari, il medico deve prospettare a lui e ai suoi familiari (se lo stesso acconsente), "le conseguenze di tale decisione e le possibili alternative e promuove ogni azione di sostegno al paziente medesimo, anche avvalendosi dei servizi di assistenza psicologica";

6.il medico è " tenuto a rispettare la volontà espressa dal paziente di rifiutare il trattamento sanitario o di rinunciare al medesimo" ed "è esente da responsabilità civile o penale", può rifiutarsi di prestare trattamenti sanitari "contrari a norme di legge, alla deontologia professionale o alle buone pratiche clinico-assistenziali".

Nell'articolo che seguirà concluderemo questa brevissima guida con l’”accanimento terapeutico”, il “consenso per i minori e gli incapaci” e le “DAT” (disposizioni anticipate di trattamento).

I servizi per gli utenti

Alcune delle specializzazioni di cui potrete avvalervi.

Diritto civile

L'insieme di norme che regolano i rapporti tra privati (diritti reali, obbligazioni e contratti, diritti e capacità della persona).

Diritto di famiglia

È il complesso di norme che disciplina i rapporti personali e patrimoniali nella famiglia tradizionale e in quella di fatto.

Tutela del consumatore

Difesa dei diritti e degli interessi del cittadino, inteso come fruitore di beni materiali e servizi per uso privato.

Infortunistica stradale

Assistenza e consulenza a chi è coinvolto in un sinistro.

Locazioni e condominio

Contrattualistica, assistenza e tutela sugli immobili.

Recupero crediti

Attività stragiudiziale e giudiziale rivolta ad ottenere il pagamento di un credito.

Vai al blog del sito

Ultimi aggiornamenti